TvGuide: Jeff Perry parla dei gravi “errori di calcolo” di Cyrus

KERRY WASHINGTON, JEFF PERRYTVLine ha discusso con l’attore subito dopo che la puntata è andata in onda e Jeff Perry ha parlato di come verrà affrontata tutta questa emotività e di che ruolo giocherà la rabbia nel processo di lutto del suo personaggio.

Quando avete letto il finale dello script precedente, avevi una teoria a riguardo? O sapevi a chi aveva sparato?
Jeff Perry: Per alcuni giorni, eravamo esattamente come eravate voi la scorsa settimana, del tipo: “Ehi, ehi, ehi, è questa una falsa pista? E’ David? James? O nessuno dei due…?”

Quindi c’è stato un momento in cui Jeff Perry teme per la sorte di suo marito?
Jeff Perry: “Oh certo, certo. Noi attori sappiamo che siamo tutti “servi” di una storia più grande, che un incidente d’auto potrebbe arrivare in qualsiasi momento. Ma sì, è incredibile come il pubblico e gli attori siano simili, per come personalmente hanno a cuore la storia. Quindi ero davvero spaventato. Stavo pensando in silenzio, “No, no, no, non farebbero questo.” E una volta che abbiamo capito, poi c’è stato un vero e proprio periodo di “lutto”.

E poi hai un script come quello di questa settimana. È materiale intimidatorio per un attore, o leggermente inebriante?
Jeff Perry: “Onestamente, mi piace quello che mi spaventa. Preghi che si possa fare giustizia a qualcosa ed arrivare ad essa nel modo più autentico possibile. E’ un qualcosa di conflittuale e dalle tante sfacettature sentimentali per me, perché una parte di me temeva ad affrontarlo, perché sapevo che per 10-14 giorni una parte del mio cuore sarebbe stata in un posto davvero brutto. Così ho pensato: “Wow, amo le sfide difficili, ma non credo che mi piacciano.” Sono stato sgonfiato.

Stavo pensando di nuovo alla prima stagione, dove Cyrus aveva i suoi difetti, ma lui era al top. Ed ora…beh, lui è caduto. Come ha fatto ad arrivare a questo punto in tre stagioni?
Jeff Perry: “E’ vero. A poco a poco. C’è stata la pressione incessante per cercare di correggere e scongiurare i problemi del passato. Questo show è così, come questi problemi non finiscono, ma diventano più grandi. E nella terza stagione, Shonda ha messo Cyrus in grossi casini e ora, il suo DNA da caregiver professionale l’ha portato a fare grave errore di calcolo e a causare molti problemi. Ha sacrificato il suo matrimonio e, per quanto ne sa, sembra che egli abbia reso impossibile la rielezione. Cosa spinge sempre Cyrus è la convinzione che: “Dannazione, ci potrà essere una grande presidenza se riusciamo ad abbattere i nostri avversari.”

Come si arriva al dover lasciare andare?E’ qualcosa di simile alla scena della conferenza stampa?
Jeff Perry: “[Sospira pesantemente] E’ portata piena di emozioni….Parte di essa appartiene al mondo della finzione ma adesso però è diventato abbastanza reale: la quantità di tempo che James ed io abbiamo avuto, e lo script che evoca questo. E parte di esso è una sorta di sostituzione di qualcosa che nella vita reale fa dannatamente male. Lavorare con quelle immagini e sensazioni è questo.”

Per quanto triste deve essere stato perdere Dan Bucatinsky come partner, dovete essere felici per aver avuto modo di rivivere i vostri primi momenti.
Jeff Perry: “E’ stato fatto splendidamente dagli scrittori, da quel primo bacio, fino alla fine. Quello che mi piace del loro rapporto è che Cyrus amando James ha visto se stesso, si è rivelato a se stesso ed è stato onesto con se stesso. Si è dichiarato ed ha cominciato ad essere se stesso e superare una paura che l’ha accompagnato per tutta la vita. E’ stato scritto benissimo per permettere che tutto questo accadesse in un singolo episodio. Qualcuno è mi ha twittato l’altra sera, ed è così vero e commovente: che a volte non si ottiene questi risultati così cristallini di ciò apprezzi fino a quando tutto questo scivola via o lo perdi.” Pensi che Fitz sapesse cosa Cyrus stava cercando di condividere parlando della sua nuova storia d’amore? Jeff Perry: “Sì, penso sia così. E ho amato come Tony ha lavorato in quella scena. Fitz è un uomo incantevole lì. Lui forse non lo sa, e sta solo cercando di fargli sapere: “E’ okay, Cyrus, lo può dire. Io non ti odio.” Perché lui ha paura che si alzi un muro che prima non c’era.”

Dal promo del prossimo episodio sembra che possa esserci un confronto tra Cirus e Jake. Cosa ci puoi dire a riguardo?
Jeff Perry: “Shonda Rhimes ha deciso di mostrare vari aspetti del dolore di Cyrus,: c’è rabbia, la depressione, la riflessione, ma con Jake c’è una sorta di comprensione fuori luogo, in un certo senso, ma resta pur sempre rabbia. In termini logici è un qualcosa del tipo: “Ti ho chiesto di uccidere Sally…”. [Ride]

Tutto ciò avrà conseguenze fino alla fine della stagione, giusto?
Jeff Perry: “Si, sicuramente; questo gong andrà a risuonare per tutto il resto della stagione per Cyrus. Di certo è la cosa più grande che abbia mai dovuto affrontare e come sappiamo, è ancora più difficile da accettare perché sa di averla causata lui”.

Fonte