Tony Goldwyn in Kenya per un nuovo film

JAR_0951Film-e1530539653733Il nostro Tony ha appena trascorso una settimana in Kenya e non è stato lì di certo per una vacanza. Assieme al regista e sceneggiatore Jamal Joseph infatti era lì per discutere la possibilità di girare un film: un adattamento del bestseller “Find Me Unafraid” che tratta la storia di Kennedy Odede, un uomo di Kibera che sposa una studentessa americana di nome Jessica Posner.

“La storia di Kennedy e Jessica Odede mi ha colpito molto. Ho scoperto nel dettaglio la vita di Kennedy tramite un amico che mi ha dato il libro e dopo averlo letto, ho deciso che volevo fare un qualcosa a riguardo da solo (producendo il film). Sono stato colpito nel vedere che è fatto non solo per intrattenere, per regalare una bella storia ma anche per parlare di qualcosa di importante a livello di impatto sociale” ha spiegato Tony durante una conferenza stampa presso gli uffici del Kenya Film Classification Board (KFCB). E noi sappiamo bene quanto Tony sia impegnato a livello sociale e quanto abbia a cuore certi temi.

“Sono lieto di ospitare queste due star di Hollywood e di sostenere la loro decisione di realizzare qui in Kenya il film sulla storia d’amore di Kennedy e Jessica. Stiamo discutendo con i due registi, gli Odedes e il team attorno a questa produzione per vedere come il governo può sostenere i loro sforzi per girare “Find Me Unafraid” qui creando un ambiente favorevole, che consenta al progetto di dare un senso agli affari e portare gloria alla nostra industria cinematografica” ha detto l’amministratore del (KFCB): ”I registi hanno in programma di tracciare la storia d’amore di Odede e Kibera mostrando come si sono incontrati, innamorati e come hanno fondato una delle più grandi organizzazioni di beneficenza del paese, Shining Hope For Communities (SHOFCO)”
SHOFCO è un’organizzazione senza scopo di lucro con sede a Nairobi, Kenya e New York, che combatte la povertà urbana e l’iniquità di genere nelle baraccopoli di Nairobi. Kennedy Odede, cresciuto nella baraccopoli di Kibera, ha fondato la SHOFCO nel 2004 con un focus sull’emancipazione dei giovani e dei generi. Lo SHOFCO ha quattro aree di intervento: educazione, salute, empowerment economico e di comunità, acqua e servizi igienico-sanitari. L’organizzazione è attualmente attiva e ha avuto un enorme impatto in Kenya e attualmente serve oltre 250.000 keniani che vivono in varie baraccopoli in tutto il paese.

Altro interassante progetto per il nostro ex POTUS che oltre alla serie Netflix “Chambers” quindi tornerà anche sul grande schermo, anche se solamente nelle vesti di regista/produttore. gpysvunkp1vcr1nyb5b3b2f394d963