RECENSIONE 7×12: “Allow Me to Reintroduce Myself” (Scandal-HTGAWM crossover)

Schermata 2018-03-03 alle 21.20.55

Due settimane fa abbiamo lasciato il capo dello staff che dichiarava in conferenza stampa le sue dimissioni dalla presidenza Grant e iniziava una nuova avventura. È passato qualche mese da quelle sue parole e ora Olivia tiene lezioni in università, insegna quello che sa fare meglio: come sopravvivere a uno scandalo!
Ed è proprio nell’aula di un’università che avviene l’incontro che tanti aspettavamo, l’incontro che potrebbe far fare un altro passa avanti all’America, l’incontro tra Olivia Pope e Annalise Keating.
La protagonista di HTGAWM chiede aiuto alla nostra fixer per poter portare la class action direttamente davanti alla Corte Suprema e fra le due ovviamente non potrà esser sempre rose e fiori.
DXP72gSUQAAWYEsOlivia, nonostante i mille dubbi riguardanti Annalise e il suo passato, decide di accettare il caso e vista la grandezza e l’importanza dell’argomento chiede aiuto alla fondazione Grant.
Ma come è incasinata Annalise Keating, allo stesso modo Olivia non ha tutte le porte spalancate a Washington come prima e infatti il suo ritorno sulla scena politica non viene accolto da tutti a braccia aperte, anzi, ci saranno molti a remarle contro, a partire dalla WH.
Grazie alla richiesta di Fitz, Mellie decide di ricevere Olivia ed Annalise soltanto per poi sbattere la porta in faccia alle due e Olivia sa benissimo che il problema non è Annalise, non sono i giudici della corte, non è la tempistica della richiesta, ma è una ripicca contro di lei. Mellie e Jake sono terrorizzati da un possibile ritorno di Olivia e quindi fanno di tutto per bloccare la sua scalata verso la corte suprema.
La sfida però non sarà soltanto fra Olivia e Mellie ma, almeno inizialmente, anche fra QPA e Olivia.
Sì perché se da una parte ci sono Mellie e Jake ancora con il dente avvelenato, dall’altro ci sono loro, ma soprattutto Quinn che non riescono a perdonarla. Abby è forse la prima che, nell’intimità del suo letto assieme a David, ammette che la sua amica le manca e che ostacolare la riforma non è propriamente una cosa da veri gladiatori. Quinn dovrà scontrasti con Olivia per capirlo ma alla fine, come lei stessa ammette, i QPA cercano giustizia e in questo caso Olivia sta remando dalla parte giusta.
Olivia fa del suo meglio per mettere Annalise nelle migliori condizioni anche se la notizia del suo licenziamento tumblr_p4y8yr6iRw1qf9n62o1_r5_540sicuramente non aiuta la causa. Lasciatemi dire che capisco benissimo l’arrabbiatura da parte degli QPA, capisco benissimo quella di Quinn, ma Mellie che adesso si mette a fare la stronza sinceramente mi sembra un po’ assurdo. Sono la prima a dire che Olivia, prima o poi, qualche palo doveva prenderselo e posso capire che le persone attorno a lei siano incazzate, ma alla fine se Mellie è lì è grazie ad Olivia e soprattutto, è grazie a lei se è ancora lì.
Capisco che sia arrabbiata e delusa con Olivia, ma alla fine Olivia ha deciso di non accusare Mellie, ha deciso di riaccendere i pc a Jake e di permettere al Presidente di continuare per la sua strada. È vero, Olivia ha sbagliato tanto e non è senza macchia anzi, ma Mellie è stata quella che le aveva detto di fare qualsiasi cosa era necessaria per tenerla in quello Studio Ovale quindi, adesso, tutto questo rancore mi sembra un po’ ridicolo.
Lo capisco da parte degli OPA e da parte di Fitz, ma Mellie almeno in questo caso dovrebbe un attimo calmarsi. Non dico di non essere arrabbiata con lei, ma diciamo che la storia B613 ha tanti protagonisti e Mellie non era sicuramente all’oscura della sua esistenza.
In questi incontri con Olivia, l’unico che riesce ancora ad agire in modo razionale è Fitz. I due non si vedano e non si sentano da mesi, Fitz è arrabbiato e non la vuole vedere però riesce a dividere fatti personali dal lavoro e quindi tumblr_p4yygzZmF11ri4cgfo4_400accetta di aiutarla. Fitz è l’unica persona che riesce a farla ragionare, l’unico che dopo le mille litigate fra lei e Annalise le dirà chiaramente che il problema è lei e nessun altro. Lei sembra aver perso un po’ del suo piglio combattivo e Fitz la sprona, le dice che Olivia Pope è sempre andata contro tutto e contro tutti pur di fare la cosa giusta, è sempre stata una gladiatrice e anche se lei non lo ammette ha accettato il caso perché potrebbe cambiare le cose, potrebbe cambiare il mondo. Nel momento in cui Olivia dubita di se stessa come mai prima, Fitz le fa vedere che lei è ancora lì, che la vecchia Olivia c’è ancora e proprio questo caso lo dimostra.
“There you are, you are still you. They just don’t see it, you just don’t see it.”

tumblr_p4zbvzSEHd1tdq677o8_r1_400Lasciatemi dire che questo crossover dalle mille aspettative non ha deluso, credo abbia fatto molto bene da ponte fra i due telefilm e sia Annalise che Olivia sono risultate credibile nei diversi telefilm. Il ruolo scritto per Olivia le ha permesso di iniziare un nuovo percorso tenendo comunque i piedi ben ancorati al suo passato, mentre Annalise è riuscita a portare a termine quello che tanto desiderava in questa stagione.
Fra le due protagoniste ci sono stati molti scontri, Olivia aveva paura di fallire con Annalise e viceversa. La scena dal parrucchiere è stata fantastica, si sono messe al loro posto ripetutamente con il tipico caratterino che entrambe hanno ma si sono anche spronate e aiutate a vicenda.
Molto bello è stato anche nella puntata di HTGAWM vedere il contrasto tra il contesto famigliare che Annalise ha e che Olivia non ha mai avuto. Non è perfetta nemmeno la famiglia di Annalise ma a differenza dei genitori di Olivia in un modo o nell’altro ci sono sempre stati e ci sono anche adesso. E in questo senso non possiamo che non menzionare il discorso fra la madre di Annalise e Olivia. Lei una madre così non l’ha mai avuta, una madre che si preoccupa che la DXQQLmhVoAIs1zWfiglia abbia mangiato non l’ha mai avuta, dei consigli del genere da una figura di quel tipo non li ha mai avuti; la scena è stata molto bella e commovente ed ha ridato anche molta umanità al personaggio di Olivia che fino ad ora si è sempre preoccupata degli altri, degli Scandali, della Casa Bianca, di combattere contro tutto e tutti e di cercare di difendere tutti e tutti ma come le dice Ophelia. “Always taking care of everybody else but yourself” significa non avere più tempo per pensare a sé stessi… e quindi a cosa vogliamo veramente, a cosa meritiamo e a cosa ci rende felici.