RECENSIONE 4×19: “I’m Just A Bill”

Schermata 2015c-04-18 alle 18.06.30

Solitamente nel recensire un episodio cerco di seguire un filo logico, un ordine degli eventi che consenta di far filare tutto il ragionamento dall’inizio alla fine, ma dopo il finale di questa puntata non credo di esserne in grado. Quindi, cari gladiatori, questa settimana partiamo dal finale: chi, nel vedere l’ultima scena, è rimasto senza parole o, quantomeno, un po’ di stucco? Ogni stagione Shonda ci riserva qualche scena da OMG e direi che Jake “infilzato” da Russel è stata la mia. Infatti, il caro ragazzo del bar si scopre essere un agente del B613, mandato da Eli Pope per adescare Alex e controllare Olivia, il che pareva quasi ovvio dal finale dalla puntata scorsa ma nel corso di questa ci hanno fatto credere altro per poi riconfermare, a discapito di Jake, la versione che avevamo immaginato quindici giorni fa.
Rowan come funziona? Chi da piccolo andava sul bruco mela e prendeva la codina era già un prescelto? No perché ormai in questo telefilm abbiamo più spie che personaggi “normali”… Shonda se entro fine stagione non viene fuori che anche Fitz in realtà è un agente del B613 mi offendo!

Scusate la digressione..torniamo a noi e procediamo con ordine. Con Jake dalla sua parte ora il procuratore generale David Rosen può finalmente aprire un’indagine, riunire un grand jury ed eliminare finalmente in maniera legale e definitiva il tumblr_nmzl72731P1up52ewo5_r1_250B613. Mai come in questa puntata la parola d’ordine è stata “giustizia”: questa è la meta e, pur di arrivarci, poca importa chi verrà falciato sul cammino. Infatti, i nostri cinque moschettieri, ma soprattutto Olivia, questa volta non sono disposti a scendere a compromessi di alcun tipo, non sono disposti a rimandare nuovamente il tutto: il B613 deve essere abbattuto e pazienza se in questa guerra il caduto sul campo dovrà essere il Presidente degli Stati Uniti. In questa particolare circostanza mi sembra che Fitz si ritrovi ad essere la vittima sacrificale e non lo trovo corretto. Tutti gli agenti coinvolti, prima di testimoniare, hanno ottenuto l’immunità, si sono tutelati per evitare di essere loro stessi accusati e ora è Fitz che viene buttato dalla torre senza nemmeno esserne al corrente? No, non lo trovo giusto, per niente. Sono sicura, anzi certa che nel caso in cui dovesse aprirsi un processo e, nel caso in cui Fitz ne fosse coinvolto, Olivia non lo lascerebbe precipitare, sono convinta che correrebbe in suo soccorso e probabilmente farebbe di tutto per salvarlo ma questo non cambia i fatti. Al momento (a meno che non ci siano in seguito flashback che smentiscano il tutto) il Presidente potrebbe perdere TUTTO e nessuno si degna di comunicarglielo; potrebbe scatenarsi un uragano sull’uomo che Olivia diceva ditumblr_nmxpc15Kx31s5ybm7o6_r1_400 amare, sull’uomo che per lei è andato in guerra e lei al momento sembra essere immobile, pietrificata nei suoi confronti. Cara Olivia, puoi anche non respirare dopo aver buttato Fitz dal campanile ma invece che chiamare Russel, era un altro il numero che dovevi comporre, e ancora una volta non l’hai fatto. Olivia mascherandosi dietro Julia o Alex continua a non affrontare i problemi, continua a sfuggire dalla vita che lei stessa si è costruita senza capire che, può anche cambiarla se non le piace, ma per farlo deve restare Olivia Pope.

E se da una parte abbiamo una Olivia non ancora in sé, alla Casa Bianca Fitz sta facendo il presidente a tutti gli effetti e questa settimana la WH mi è piaciuta particolarmente! Finalmente siamo tornati al Presidente e al suo staff che si occupano di politica e non di altro e il Team Susan Ross/Fitzgerald Grant sembra poter andare lontano. Susan si sta dimostrando un vero vicepresidente, al servizio del paese e dei suoi cittadini. Per niente stupida o ingenua, l’ex governatrice dello stato della Virginia è la tipica donna che non ha bisogno della folla, non ha bisogno del riconoscimento pubblico perché lei quanto vale lo dimostra dietro le quinte, con i fatti, con leggi concrete più che con le parole. È rispettosa del Presidente ma allo stesso tempo sente l’esigenza di parlargli apertamente e Fitz non può che apprezzare tutto ciò ed unirsi a lei per cambiare realmente le cose. Se il clima continua ad essere questo, se la collaborazione con la VP continua ad essere così proficua, l’amministrazione Grant potrebbe realmente cambiare il Paese in questi ultimi quattro anni di mandato.

A puntata conclusa, dopo quei 5 minuti di shock iniziale il mio cervello ha iniziato a macinare pensieri e, se la domanda che tutti si stanno ponendo è: ma Jake è morto o non è morto? La mia è: ma questi “cinque dementi” cosa pensavano di andare a fare un pic-nic? David è riuscito a costruire un caso che sarà sotto gli occhi di tutti e Olivia Pope pensava tumblr_nmz2pcLytm1thrj8ao7_250veramente al “No more blood”? No scusate ma l’ingenuità con cui è stato affrontato questo argomento mi sembra allucinante. Stanno andando ad abbattere l’organizzazione di spie più potente al mondo, diretta da un uomo che è Lucifero in persona e pensano seriamente di poter fare tutto questo alla luce del sole, senza conseguenze? Erano già stati uccisi altri tre agenti perché non testimoniassero e il modus operandi di Rowan ancora non era chiaro? Olivia pensava veramente il padre si sarebbe difeso per via legali? L’uccisione/attacco a Jake doveva essere messo in conto dall’inizio perchè Eli Pope non è uno che si arrende. E cara Olivia, non so se è lo stress post traumatico che non ti fa ragionare ma ti dico una cosa: tuo padre non è Paolo di Tarso e soprattutto la via di Damasco, quanto meno per lui, è molto lontana quindi affila i coltelli perché questa sarà una vera e propria carneficina.

PS: SPOILER. Giovedì in Usa, qualche ora prima della diretta, come molti di voi ormai lo sapranno già, sono state rilasciate le foto promozionali della 4×21 dove Jake viene ripreso malconcio, un po’ rattoppato ma VIVO e in degenza a casa di Olivia. Ora, io le ho viste prima di vedere la puntata e come me molti altri, l’episodio l’ho visto in diretta e ho seguito come sempre il live-twitting del cast e vi posso assicurare che tutto ha perso di significato. Primo, ora l’attesa per la prossima puntata ha tutto un altro sapore rispetto a quello che realmente avrebbe potuto avere, perché che si ami o meno Jake avere certi spoilers solo la rovina di tutto quello che è l’essenza e l’attesa per un telefilm; secondo, io adoro questo cast ma alcuni di loro mentre i fans facevano girare le foto di Jake vivo e vegeto su tutto twitter loro salutavano Scott e il personaggio. Io capisco che devono stare al gioco ma vista la situazione il tutto, e credetemi perché l’ho vissuto su twitter, era particolarmente grottesco; e quindi forse era meglio evitare. Terzo, avendo visto anche il promo della 4×20, le foto sono a maggior ragione un SUPER SPOILER e infatti l’Abc ha prontamente provveduto a rimuoverle. Cosa sia successo sinceramente è poco chiaro, non sappiamo se siano state caricate per errore o cosa, se siano vere o altro… fatto sta che Jake pare non essere realmente morto, e in tutto ciò purtroppo nessuno ci ha fatto una bella figura; sarebbe curioso scoprire come sia possibile che vengano commessi errori del genere. Certo, ci sono persone che amano e vivono di spoiler e che quindi non possono essere che contenti di questa “svista”, ma il business e il marketing sono un’altra storia e il lavoro di centinaia di persone o la passione di migliaia di fans non può esser rovinato in questo modo. Per chiudere, io spero vivamente che sia vivo e che non muoia in altri modi o tra due puntate perché il tutto altrimenti diventerebbe veramente una barzelletta :D