RECENSIONE 4×15: “The Testimony of Diego Munoz”

tumblr_nl5w84vG0fx1tml39co3_1280

La scorsa settimana, proprio a pochi giorni dall’anniversario della marcia di Selma, i creatori di Scandal avevano deciso di interrompere la trama del drama per concentrarsi su un episodio recentemente accaduto in Usa, che richiamava l’uguaglianza e la lotta per i diritti civili. Tuttavia com’era facile immaginare quell’episodio è stata una parentesi, una importante e interessante parentesi, ma “The show must go on” quindi riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro di due settimane.
Per chi segue Scandal dal primo episodio della prima stagione forse sarà rimasto soddisfatto dalla puntata, per certi aspetti poteva sembrare una “vecchia” puntata, con la giusta dose e il giusto equilibrio fra casi OPA e lavoro alla Casa Bianca. Certo, essendoci ancora molte cose da risolvere i casi non potevano che essere incentrati sulla trama costruita recentemente, ma diversamente non poteva essere, almeno per questo episodio. Olivia è tornata a casa, nella sua città accerchiata da scandali e soprusi, ma dopo il rapimento tutto è diverso; ne ha passate tante nella sua vita, ha attraversato spesso situazioni difficili ma questo, il rapimento, sembra essere un episodio troppo grande anche per lei da lasciarsi alle spalle. Come abbiamo spesso visto in questo telefilm, ognuno affronta il dolore e la paura a proprio modo e con i propri tempi e questo è il momento di Olivia; terrorizzata la nostra gladiatrice per eccellenza non esce di casa, non si presenta al lavoro, evita gli amici ma soprattutto beve VINO BIANCO e gira per casa armata. Questa sfida per tornare a galla non è semplice e Olivia, almeno inizialmente, sembra non volerla nemmeno Schermata 2015-03-14 alle 15.31.59affrontare perché questa volta è diverso, dopo quello che ha passato lei stessa è diversa e non c’è modo di tornare indietro.
E se per Olivia la vita sembra essersi fermata a quella settimana, se la sua mente continua a rivivere costantemente quei momenti, il mondo attorno a lei continua la sua corsa: c’è un vicepresidente da fare eleggere, il corpo di un donna da ritrovare e soprattutto un problema del B613 da risolvere. Olivia Pope può anche aver fermato il “suo” tempo rifugiandosi nel suo appartamento e vivendo di flashback, ma tutto il resto continua ad andare avanti, il tempo passa e Washington ha bisogno della sua gladiatrice.
E Olivia dovrà tornare in pista per ricercare la sua vicina.“The black lady lady” è ancora alla ricerca della sua compagna, c’è una donna che tutti i giorni da tre settimane cerca disperatamente l’amore della sua vita e visto come Lois è stata uccisa, visto il motivo per cui è stata uccisa, il minimo che Olivia possa fare è ritrovare il suo corpo e permettere alla sua donna di seppellirla e dirle addio.
Nel frattempo alla WH c’è un VP da fare eleggere al senato ma il fixer scelto per la battaglia, Leo (vecchia conoscenza per i fedelissimi di Scandal), non sembra aver capito che di fronte non ha la veterana della politica Sally Langston ma una matricola per cui non può urlare come un pazzo (e riuscito a mettere ansia persino a me); con Susan c’è bisogno di altro, di più calma e così Abby licenzia il fidanzato, consapevole che solo Olivia può risolvere la situazione. Ma come la nostra fixer per eccellenza capirà, il problema non è la candidata quanto chi l’ha candidata, il problema è Fitz e così, anche non volendolo, dovrà recarsi nello studio ovale e risolvere la situazione. È proprio qui che, dopo tre settimane di silenzio, Elenatumblr_nl69mexeVx1qaezvuo4_r1_250 incontrerà il suo Menelao ma come ormai in questa stagione accade sempre, più che un incontro sarà uno scontro fra i due. Olivia non lo riesce nemmeno a guardare in faccia, è ancora troppo arrabbiata e delusa da lui anche solo per rivolgerli la parola e questo Fitz non lo accetta, soprattutto se lei critica costantemente il suo operato. Nonostante in quella stanza ci siano 4 persone a Fitz non sembra importare, per lui c’è solo Olivia e quando le si avvicina per dirle “You know why i did it” siamo tutti rimasti con il fiato sospeso; pochi secondi per guardarsi e cercare di dirsi qualcosa, ancora una volta come solo loro sanno fare. Ma la magia dura poco, Olivia sembra avere scolpite in testa quelle parole “non sarà mai più come prima” e quindi dopo aver risolto il problema VP se ne andrà dallo studio ovale, lasciando Fitz ancora una volta lì ad aspettarla.
Se fino ad ora abbiamo affrontato fatti recentemente avvenuti, ora torniamo a quella che ormai da qualche stagione è una costante per Scandal: il B613. Da ormai due stagioni la vicenda di Huck e della sua famiglia viene affrontata un passo alla volta e in questo episodio un altro pezzo è stato inserito nel puzzle: Kim ha denunciato a David il B613, la bomba è pronta ad esplodere e bisogna correre ai ripari. Huck deve deporre davanti al procuratore e l’unico modo per evitare lo scandalo, per evitare che tutti quanti, Fitz e Olivia compresi, vengano compromessi è dichiarare il falso e quindi che quell’organizzazione non sia mai esistita. Ma Huck non ce la fa, deve dire la verità, deve raccontare cosa l’ha trasformato in ciò che è oggi, cosa gli ha fatto perdere l’amore della sua vita e la crescita del figlio, cosa gli ha fatto perdere tutto; Huck dicendo la verità non ha scelto Kim, non ha scelto Liv ma ha scelto Diego, ha scelto quello che era, ha scelto il l’uomo felice, ha scelto quello che ancora potrebbe essere, ha deciso di guardare avanti e di non deludere più la sua famiglia, Kim e Javi sono così vicini che non può perderli, non un’altra volta.
E David dopo il racconto straziante di Huck, dopo aver ascoltato la vita di una persona in gabbia (Guillermo Diaz come al solito eccezionale), inizia ciò che avrebbe dovuto fare molte tempo fa: il B613 deve essere distrutto una volta per tutte e sarà lui a voler iniziare questa battaglia. Altra guerra in arrivo gladiatori, preparate le armature perché visti i contendenti sarà una lungo scontro e non finirà senza feriti.

Schermata 2015-03-14 alle 15.44.45PS: In gergo molto da telefilm addicted vi chiedo “ma quanto si shippano Abby e Leo?!?!” Ovviamente per me la domanda è retorica, Leo è un pazzo sul lavoro ma con Abby mi piace tantissimo. Dopo aver saputo quello che Abby ha subito da Chip i due si sono avvicinati e ora sembrano essere una coppia. Purtroppo non abbiamo visto molto della loro storia e in più sono due caratteri forti quindi cosa accadrà nelle prossime puntate non lo so proprio, ma per il momento questa coppia mi piace molto. Abby sembra essere serena e aver trovato finalmente un po’ di equilibrio con Leo quindi spero vivamente funzioni per lei…incrociamo le dita!